Il bisogno più grande dell’essere umano,
spesso sottovalutato,
è di essere visto nella sua interezza,
accolto e ascoltato.

– Cos’è che spunta dalla mia testa?”
– “Oh, questi? Sono fiori. Rappresentano i pensieri
speciali che crescono nella tua mente meravigliosa.”

 

SHORT TERM 12, Destin Daniel Cretton.

Il bisogno più grande dell’essere umano,
spesso sottovalutato,
è di essere visto nella sua interezza,
accolto e ascoltato.

– Cos’è che spunta dalla mia testa?”
– “Oh, questi? Sono fiori. Rappresentano i pensieri
speciali che crescono nella tua mente meravigliosa.”

 

SHORT TERM 12, Destin Daniel Cretton.

In cosa credo

In cosa credo

Cambiamento

Solitamente la spinta che ci serve per intraprendere un percorso terapeutico è legato alla necessità di un cambiamento, spesso a causa di una sofferenza che stiamo provando e che non ci permette di condurre una vita serena.

Cooperazione

La terapia è sempre co-costruita. È quindi importantissimo che entrambe le figure coinvolte (paziente e terapeuta) mettano in gioco le proprie risorse e le proprie aree di competenza per creare e percorrere questo percorso insieme.

Resilienza

In fisica la resilienza indica la capacità di un materiale di resistere a un urto. La nostra mente è in grado di fare la stessa cosa, riorganizzandosi e ricostruendosi dopo sofferenze, acquisendo nuove competenze e nuove forme di energia.

Sentirsi a casa

La relazione terapeutica è uno dei fattori che più influenza l’esito della terapia, sentirsi quindi a proprio agio, al sicuro, in uno spazio protetto e privo di giudizi rende possibile l’esplorazione dei propri sentimenti e stati mentali.

Coraggio

Mettersi in gioco quando si tratta di sofferenza è difficile. Tirare su il telefono per chiedere aiuto richiede una buona dose di consapevolezza e coraggio, ed è già di per sè, il primo atto terapeutico che facciamo per noi stessi.

Strumenti

Oltre alle competenze umane e relazionali, c’è bisogno di una cassetta degli attrezzi ben fornita, affinchè si possa utilizzare lo strumento giusto per ogni evenienza, mettendo sempre al centro le necessità del paziente.

A cosa penso

A cosa penso

23 Agosto 2020

Cooperazione.

“Nessun uomo è un'isola.” T. Merton A volte può capire di iniziare un percorso di psicoterapia con l’idea di avere quasi un ruolo “marginale” nel raggiungimento o meno degli obiettivi…
Read More
02 Luglio 2020

Coraggio.

“È la nostra luce, non la nostra ombra, quella che ci spaventa di più.” M. Williamson Mettersi in gioco quando si tratta di sofferenza è difficile.  Guardare in faccia le…
Read More
21 Maggio 2020

Sentirsi a casa.

“Mantenere: a dieci anni era il mio verbo preferito. Comportava la promessa di tenere per mano, mantenere.” E. De Luca. Accogliere la nostra storia e amarci durante il processo è…
Read More

Chi sono

Sono Tanja Di Piano, sono psicologa, laureata in psicologia clinica e di comunità all’Università degli studi di Torino, sessuologa e psicoterapeuta ad indirizzo Cognitivo Costruttivista.
Nata e cresciuta in Liguria ho scelto Torino tanti anni fa, e dopo aver lavorato agli angoli opposti del mondo, sono tornata per viverci in pianta stabile.